22 settembre 2019 - 7:39
 
 
 
 
Dizionario del cittadino - lettera L

 

L

 

Lavoro atipico: ogni forma di contratto di lavoro che non presenta le caratteristiche del tradizionale contratto di lavoro dipendente a tempo pieno e indeterminato. Si tratta di contratti che hanno una durata temporale limitata e che hanno quindi il carattere della precarietà. Rientrano ad esempio in questa categoria, il contratto di formazione lavoro, il lavoro interinale, il lavoro a progetto, i co.co.co. (contratti di collaborazione coordinata e continuativa).


Lavoro interinale: è un rapporto di lavoro atipico che ha durata temporanea, proposto da un’agenzia di lavoro interinale. Questa svolge il ruolo di intermediario tra aziende che offrono impiego e persone in cerca di lavoro. È la stessa agenzia a mettere direttamente in contatto le due parti.


Leasing: è un contratto con il quale una parte concede a un’altra il diritto di usare un bene, in cambio del pagamento di un canone periodico. Al termine del contratto, chi ha utilizzato il bene può pagare una somma, chiamata prezzo di riscatto, e diventarne proprietario.


Legge costituzionale: è una fonte del diritto, un atto normativo, che si colloca nella stessa posizione gerarchica della Costituzione, potendo entro certi limiti modificare le norme in essa contenute o integrarle. Il procedimento per la revisione costituzionale è disciplinato dall’articolo 138 della Costituzione ed è più complesso di quello previsto per l’emanazione delle leggi ordinarie. Le leggi costituzionali devono essere approvate due volte, da ciascun ramo del Parlamento, e tra una votazione e l’altra devono trascorrere almeno tre mesi.

Se nella seconda votazione non vengono approvate da ciascuna delle Camere a maggioranza di due terzi dei suoi componenti, tali leggi possono essere sottoposte a referendum popolare, sempre che entro tre mesi dalla loro pubblicazione sulla Gazzetta Ufficiale, ne facciano richiesta 1/5 dei membri di una Camera, 500.000 elettori o 5 Consigli regionali.


Legge delega: è la legge, approvata dal Parlamento, che trasferisce l’esercizio della funzione legislativa al Governo, autorizzandolo ad emanare un decreto legislativo, avente valore di legge ordinaria, su una determinata materia. La legge delega definisce l’oggetto sul quale il decreto legislativo deve legiferare, il termine entro il quale deve essere promulgato, i principi e i criteri direttivi che il decreto deve rispettare.


Legge di bilancio: è la legge con la quale le Regioni adottano annualmente il bilancio pluriennale e il bilancio annuale. È, dunque, la legge che autorizza a gestire le entrate e le spese del bilancio di previsione. Viene approvata dal Consiglio regionale.


Legge quadro: è detta anche legge cornice. È una legge dello Stato, che fissa i principi generali, che le Regioni devono rispettare quando emanano le norme di dettaglio, per regolare una delle materie di legislazione concorrente (tra Stato e Regioni) previste dall’articolo 117 della Costituzione.


Legge regionale: ogni legge emanata dalla Regione, i cui effetti sono limitati al territorio regionale.


Licenza:

a) è l’autorizzazione rilasciata da un organo competente (per esempio un ente locale o una camera di commercio) a esercitare una determinata attività (per esempio la licenza di pesca, la licenza di costruire, la licenza di guidare taxi o quella di aprire locali pubblici);

b) nel settore informatico, è l’autorizzazione a usare un software. Viene rilasciata all’utente da chi ha il copyright (diritto di autore) sul software, normalmente dall’azienda che lo produce, in modo gratuito o a pagamento. Consiste nell’accettazione da parte dell’utente di un contratto, nel quale sono specificate le condizioni di uso del software e gli eventuali obblighi.


Limite edittale: è il limite minimo e massimo dell’importo della sanzione previsto per le violazioni di regolamenti e ordinanze comunali e provinciali.


Liquidazione:

a) è il procedimento di definizione di un rapporto patrimoniale che ne stabilisce l’importo in denaro, ad esempio la liquidazione di un debito, di un patrimonio;

b) la liquidazione coatta amministrativa è la procedura amministrativa applicata in caso ad esempio di banche o altre aziende insolventi;

c) può significare anche: pagamento, ad esempio nel caso di liquidazione della pensione o della somma di denaro corrisposta dal datore di lavoro al lavoratore, alla fine di un rapporto di lavoro;

d) svendita a basso prezzo di merci varie;

e) si usa questo termine anche per indicare la determinazione del Dirigente che chiede all’ufficio Ragioneria di liquidare (pagare) una certa somma (impegnata con una precedente determinazione), in seguito all’acquisto di un bene o servizio, dopo aver verificato la correttezza della fornitura e aver ricevuto la fattura corrispondente.


Locazione: è il contratto con il quale un soggetto (detto locatore), concede per un certo tempo ad un altro soggetto (detto conduttore o locatario) l’utilizzo di un bene, in cambio del pagamento di un canone periodico. I beni dati in locazione possono essere mobili o immobili. È, ad esempio, un contratto di locazione, il contratto di affitto di una casa.


Login: è l’operazione con la quale un utente della rete internet si registra per accedere al servizio desiderato, per esempio il servizio di posta elettronica. Consiste nell’inserimento del proprio nominativo o user id (username o identificativo) e di una password.


Logout: è l’azione con la quale un utente decide di uscire da un’area riservata di un sito web, alla quale aveva avuto accesso inserendo il proprio username e la propria password. È necessario effettuare il logout per evitare che utenti successivi possano visualizzare informazioni personali.


Lottizzazione: in urbanistica e in diritto è la frammentazione di un terreno che si effettua al fine di ricavarne porzioni individuali minori, separate tra loro, dette “lotti”.